Santa Maria in Betlemme

07_SMariaBetlemme

Sull’alto della collina che domina la città

Oggi è chiamata San Zeno in Monte ed è proprietà dell’Opera Don Calabria, ma originariamente era Santa Maria di Betlemme. Il legame con Betlemme è antico, le prime notizie risalgono all’epoca carolingia quando, secondo una Bolla papale del 1444, la chiesa era soggetta al versamento annuale di una offerta in favore del vescovo di Betlemme.
Come per Santa Maria di Nazaret, anche questa chiesa era parte di una Minor Hierusalem in cui, così come circa 8 chilometri fuori Gerusalemme sorge Betlemme, anche qui, appena fuori dalle vecchie mura, in una vera e propria terrazza da cui godere il più bel panorama su Verona, era stata eretta questa chiesa intitolata a Betlemme.
In seguito a molti rifacimenti, della chiesetta originale, soprattutto del suo interno, non rimane pressoché nulla. Ciò nonostante il suo ingresso è degno di nota: sulla destra è collocata infatti una mappa della Terra Santa incisa su una lastra di marmo, e il portale d’ingresso è rivestito di sei formelle di bronzo che illustrano gli episodi principali dell’infanzia di Gesù: l’annuncio del profeta Michea (5,1-5); il viaggio di Maria e Giuseppe a Betlemme; la nascita di Gesù; l’annuncio degli angeli ai pastori; la strage degli innocenti; l’adorazione dei Magi.

La chiesa di Santa Maria in Betlemme (oggi San Zeno in Monte) è di proprietà dell’Opera Don Calabria. È inclusa nell’itinerario “Rinascere dall’Acqua Verona Aldilà del fiume” solo in occasione dei pellegrinaggi urbani della Verona Minor Hierusalem.

Apertura visite: feriale 7.30-20.00; festivo 8.00-12.30; 15.00-19.30
S. Messe: feriale 7.20; prefestivo 18.00; festivo 8.00, 10.30, 17.00
Indirizzo: Via San Zeno in Monte 23, 37129 Verona (Mappa)
Contatto: segreteria@veronaminorhierusalem.it