DUE ANNI CON VERONA MINOR HIERUSALEM

Sedici chiese aperte e due nuovi itinerari: così il Progetto Verona Minor Hierusalem ha festeggiato il suo secondo compleanno per la crescita culturale dei cittadini e della città nell’accoglienza dei visitatori e dei turisti nei percorsi meno conosciuti della città.

Sabato 15 dicembre alla Gran Guardia si è tenuto il convegno “Verona tra cammini europei e pellegrinaggi urbani” promosso da Verona Minor Hierusalem, alla presenza del sindaco di Verona Federico Sboarina, dell’Assessore alla Cultura Francesca Briani, del vescovo di Verona Mons. Giuseppe Zenti, di Paola Tessitore, responsabile del Progetto VMH, con il coordinamento di Don Martino Signoretto, ideatore di VMH, assieme agli sponsor Cattolica Assicurazioni e Banco Bpm.

Nel suo intervento, Paola Tessitore ha ripercorso il cammino del Progetto nel 2018, citando i vari ambiti e le persone coinvolte come volontari: gli studenti dell’Alternanza Scuola Lavoro, gli universitari, i professionisti e i pensionati.

Nella lectio magistralis, Paolo Caucci Von Saucken, Presidente del Comitato internazionale di esperti del Cammino di Santiago, ha ripercorso storicamente gli itinerari che hanno dato vita ai pellegrinaggi nella storia, sottolineando il loro ruolo fondamentale nella formazione della coscienza europea sia a livello spirituale che culturale.

Don Raimondo Sinibaldi, ideatore del Progetto Romea Strata, ha evidenziato la riscoperta delle antiche vie in Europa: dal 2012 il Progetto della Romea Strata è stato valorizzato in un’ottica di recupero degli ideali europei poichè il pellegrinaggio è uno strumento per riscoprire seriamente il valore dell’Europa.

Alle autorità presenti è stata consegnata la nuova credenziale del II itinerario, Rinascere dalla Terra, Verona crocevia di storia, civiltà e cultura, mentre al di fuori dell’auditorium erano esposte una sessantina di opere dell’Associazione ArcobalenoArte con gli scorci artistici dei tre itinerari di VMH.

Nel pomeriggio alle ore 14.00 l’inaugurazione ufficiale del II Itinerario Rinascere dalla Terra, Verona crocevia di storia, civiltà e cultura lungo la Via Postumia; un centinaio di partecipanti sono stati accompagnati da Davide Adami, docente di storia dell’arte e guida turistica e da don Martino Signoretto, con partenza da San Zeno per raggiungere San Zenetto, San Lorenzo, Ss. Teuteria e Tosca, S.Eufemia, S. Giovanni in Foro, S. Benedetto al Monte e S. Anastasia. Domenica 16 dicembre alla mattina si è tenuta l’inaugurazione del III itinerario Rinascere dal Cielo, tra le note di Mozart e una nave di Santi con la valorizzazione di Veronetta con partenza da San Tommaso Cantuariense e che raggiunge le chiese di ”: S. Nazaro, S. Paolo, S. Maria del Paradiso, S. Tomaso Cantuariense, S. Toscana. I due nuovi itinerari si aggiungono al collaudato “Rinascere dall’Acqua, Verona Aldilà del fiume”, che ha portato in due anni circa 163.000 visitatori nella zona est della città.

I due nuovi itinerari saranno aperti al pubblico il sabato a partire dal 22 dicembre indicativamente dalle ore 10.00 alle ore 17.30 (informazioni sul sito www.veronaminorhierusalem.it)

 

Condividi con i tuoi amici