Rinascere dalla Terra

Rinascere dalla Terra. Verona crocevia di civiltà, storia e cultura’’ è il secondo itinerario del progetto Verona Minor Hierusalem, una città da valorizzare assieme, con il quale il visitatore e il pellegrino potranno percorrere l’antica Via Postumia che attraversa il cuore della città incrociandosi con il decumano massimo, antica strada romana. Lungo il percorso, infatti, si incontrano alcune chiese meno note a livello turistico ma particolarmente significative per la storia, la spiritualità, la frequentazione di santi e di illustri personaggi che hanno dato onore a Verona facendone un vivace crocevia della storia del territorio. La possibilità di visitare sacelli e cripte, in un percorso che alterna monumenti romani, il suggestivo castello scaligero e i maestosi palazzi di corso Cavour, aiuterà a riscoprire le radici della nostra civiltà e a conoscere i cambiamenti della città nel tempo.

I volontari accoglieranno turisti e visitatori all’interno di cinque chiese veronesi: S. Zeno in Oratorio, S. Lorenzo, SS. Teuteria e Tosca, S. Giovanni in Foro e S. Benedetto al Monte.

Con questo spirito il Progetto Verona Minor Hierusalem s’impegna nel disseppellire una storia secolare con l’intento di farla rivivere e di portarla alla conoscenza dei visitatori.

L’itinerario inizia nella piccola chiesa di S. Zeno in Oratorio, dove è custodito il masso sul quale, secondo la tradizione, il patrono di Verona si sedeva per pescare nelle acque del fiume Adige e, costeggiando il Castello Scaligero e l’antico Arco dei Gavi, prosegue su corso Cavour dove si trovano due chiese di grande valore: S. Lorenzo, caratterizzata dalle due grandi torri scalari della facciata e dai matronei, e il sacello delle SS. Teuteria e Tosca, giovani donne vissute tra il VII e l’VIII secolo, dalla storia a affascinante. Proseguendo oltre porta Borsari, si accede alla piccola chiesa di S. Giovanni in Foro, posta su una delle strade più frequentate del centro di Verona, non lontano da Corte Sgarzerie, con il Loggiato medievale dove un tempo si svolgeva l’attività di cardatura della lana. A chiudere l’itinerario è la chiesa di S. Benedetto al Monte, situata sull’area dove un tempo sorgeva il Campidoglio romano. La cripta della chiesa è stata recentemente restaurata e restituita all’accesso dei visitatori.

Nel corso del pellegrinaggio urbano mensile verranno proposte una serie di drammatizzazioni per valorizzare alcuni siti particolari. Il pellegrino e il turista saranno accompagnati dal personaggio biblico di Tobia, in un cammino fisico e insieme metaforico che testimonia la crescita del personaggio insieme alla maturazione della sua fede in Dio.

Attualmente è in corso la fase di reclutamento e di formazione dei volontari. L’obiettivo è quello di aprire il secondo itinerario nel prossimo autunno.