VMH oggi

Verona Minor Hierusalem, una città da valorizzare assieme

Riscoprire il legame culturale, urbanistico e religioso tra la Terra Santa e Verona, vuol dire recuperare una parte della storia della città, una parte di noi, non tanto (o non solo) per riscoprire il passato, quanto per proiettarsi verso un futuro. “Verona Minor Hierusalem” diventa lo spunto di un progetto di valorizzazione storica e artistica che propone uno stile di vita, quello della Pace a tutto tondo, della Shalom, del pellegrinaggio in terra propria.

Il Progetto “Verona Minor Hierusalem, una città da valorizzare assieme”, nasce da un’idea di un esperto di pellegrinaggi e di Terra Santa, don Martino Signoretto, Vicario Episcopale per la Cultura, Università e Sociale della Diocesi di Verona, e dal forte sostegno della Banca Popolare di Verona che ne ha condiviso, da subito, missione e progettazione.

La responsabile e coordinatrice del Progetto è Paola Tessitore, libero professionista. 

Verona Minor Hierusalem è un’idea di città che accoglie tutti, grazie alla collaborazione e allo scambio di competenze e generosità, con la complicità tra generazioni diverse e con l’attenzione verso chi ha più bisogno di sentirsi partecipe di un patrimonio che è di tutti.

  • L’obiettivo è riportare alla luce, grazie al coinvolgimento di centinaia di volontari, di età, professioni e diverse realtà pubbliche e private, un patrimonio culturale, artistico e spirituale legato a un’immagine urbanistica ricreata a Verona nel Medio Evo su modello della Terra Santa.
  • La proposta concreta è un primo itinerario “Rinascere dall’Acqua, Verona Aldilà del fiume” dedicato a valorizzare un’area della città non sufficientemente conosciuta – all’esterno dell’ansa sinistra dell’Adige tra il quartiere Borgo Trento e quello di Veronetta – che consente di visitare 5 chiese e di rileggere il territorio circostante con il filo conduttore della “scoperta e rinascita”, del battesimo nell’acqua e quindi della crescita personale, culturale e spirituale.
  • L’utente a cui si rivolge è, primo tra tutti, il cittadino veronese che, in questo modo, si riappropria delle sue radici e di un’identità culturale forte. Quindi, al turista, si offre l’occasione di visitare luoghi e opere trascurate dal circuito turistico tradizionale. E infine a tutti è offerta un’esperienza originale lungo un itinerario di pellegrinaggio urbano o una proposta di turismo religioso.
  • Protagonista e artefice del progetto è la risorsa del volontariato: più di 250 adulti, professionisti o amanti del loro territorio, e 200 studenti dei Licei e Istituti Tecnici di Verona e provincia, hanno aderito e offerto 8 ore del proprio tempo per tenere aperte (dal giovedì alla domenica compresa, dalle 10 alle 17.30) e accogliere i visitatori nelle 5 chiese dell’itinerario “Rinascere dall’Acqua, Verona Aldilà del fiume”.

 

Sede e Infopoint sono presso la Chiesa San Pietro Martire, in via Sant’Alessio 34.
Giorni di apertura: giovedì, venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 17.30
0039 342 1820111 – info@veronaminorhierusalem.itwww.veronaminorhierusalem.it