RINASCERE DALLA TERRA

RINASCERE DALLA TERRA

VERONA 5 E 6 MAGGIO 2018

Nell’ambito del Festival Biblico,  tra le tante iniziative proposte che interesseranno anche la nostra città, ce n’è una che rientra nel Progetto Verona Minor Hierusalem, una città da valorizzare assieme, co-progettato dalla Diocesi e da Banco BPM, con ideazione di don Martino Signoretto e responsabilità e coordinamento di Paola Tessitore, con il quale il visitatore e il pellegrino potranno percorrere la Via Postumia per scoprire il legame con le radici di una città che, nel corso della storia, ha vissuto diverse modifiche urbanistiche.

La preparazione dei contenuti dell’itinerario è in fase di ultimazione, dopo gli incontri di formazione per i volontari che accoglieranno turisti e visitatori all’interno di cinque chiese veronesi: S. Zeno in Oratorio, S. Lorenzo, SS. Teuteria e Tosca, S. Giovanni in Foro e S. Benedetto in Monte.

L’itinerario sarà inaugurato nell’autunno prossimo, ma nel corso del Festival Biblico, sarà possibile visitare il percorso che prevede di passare lungo il decumano massimo incontrando alcune chiese particolarmente significative e, con loro, la storia, la spiritualità, la figura di santi e di illustri personaggi che hanno dato onore a Verona.

I volontari accoglieranno i visitatori nelle cinque chiese sabato 5 maggio dalle 10.00 alle 17.30 e domenica 6 maggio dalle 11.30 alle 17.30 (disponibilità di posti per il percorso che parte sabato mattina alle ore 10.00 da San Zeno in Oratorio; prenotazioni a visite@veronaminorhierusalem.it).

Lungo il percorso, saranno proposte alcune drammatizzazioni realizzate da una ventina di giovani volontari universitari e lavoratori di VMH, con la regia di Gaetano Miglioranzi, per rivivere alcuni tratti di storia.

A San Zeno in Oratorio, vicino al masso dove la tradizione vuole che il santo sedesse per pescare, saranno due giovani africani richiedenti asilo a rappresentare il patrono veronese. I due, che soggiornano nel Cas di Costagrande, per l’occasione hanno potenziato l’apprendimento dell’italiano e hanno studiato alcune parti in latino.

Nella suggestiva sede dell’Arco dei Gavi, imponente monumento del I secolo, sarà riproposto un rito funebre dell’epoca romana, accompagnato dal suono di tamburi.

Nel sacello dei Santi Apostoli sarà possibile scoprire la storia di Santa Teuteria, vergine bellissima giunta a Verona dall’Inghilterra, vissuta tra il VII e l’VIII secolo.

Nella chiesa di S. Lorenzo, Fra Giacomino da Verona interpreterà i suoi sermoni in versi d’epoca medievale, il De Babilonia civitate infernali, ispirato ai testi dell’Apocalisse.

Lungo il percorso, un giovane Tobiaaccompagnerà idealmente i visitatori lungo l’iter della sua vita, da bambino ad adulto, forte  e fortificato nella fede.

 

“Rinascere dalla Terra. Verona crocevia di civiltà, storia e cultura’’ sarà una nuova opportunità per i turisti e per i veronesi per «toccare con mano»alcuni aspetti di Verona poco conosciuti, a partire dal sottosuolo, con le cripte e i sacelli che si incontrano lungo l’itinerario, a testimonianza di una fede antica e radicata sul territorio, e con i palazzi e i monumenti storici, testimonianza delle grandi stagioni culturali che hanno caratterizzato la città.

Verona è stata ed è crocevia di strade, ponti, idee, vicende storiche e personaggi illustri. Sono proprio queste antiche radici ad alimentare la vocazione a cui da sempre la città scaligera è chiamata: essere «un crocevia di civiltà, storia e cultura», essere, dunque, creativamente aperta anche all’inedito. Con questo spirito il Progetto Verona Minor Hierusalems’impegna nel disseppellire una storia secolare con l’intento di farla rivivere e di portarla alla conoscenza dei visitatori.

Durante l’autunno 2018 è prevista l’apertura del secondo itinerario con eventi dedicati. Attualmente è ancora in corso la fase di reclutamento dei volontari.

Condividi con i tuoi amici