VOLONTARIATO CULTURALE

Il volontariato culturale è una forma particolare di impegno sociale che si occupa della valorizzazione del patrimonio storico e artistico del territorio per assicurarne la visita a cittadini e turisti e per custodirlo e salvaguardarlo per le future generazioni — tutto questo grazie anche al percorso personale di formazione interdisciplinare dei volontari.

Così come le altre forme di volontariato (sanitario, sociale, educativo, ricreativo, …), anche il volontariato culturale persegue il fine del bene comune. Attraverso il potente strumento dell’arte e della bellezza, promuove il benessere delle persone, educa alla buona cittadinanza e all’accoglienza e favorisce la coesione sociale. Sviluppa infine il turismo tematico con positive ricadute anche sul piano economico: un motivo in più per supportarlo, insieme.

 

FORMAZIONE

Il volontario di Verona Minor Hierusalem dona alcune ore del suo tempo e, in un ciclo virtuoso che realizza l’economia del dono, riceve in cambio un percorso personalizzato di crescita che gli permette di approfondire e ampliare i suoi talenti e le sue competenze. È proprio questo il fine delle tante proposte di formazione interdisciplinare, tra le quali il nostro volontario può scegliere ciò che più risponde ai suoi interessi: dalla storia all’arte, dalla spiritualità alla letteratura, dall’apprendimento o potenziamento delle lingue straniere al teatro, fino ad argomenti molto puntuali legati alla specificità del servizio prestato nelle chiese e nei luoghi d’arte. In questo modo vogliamo rispondere alle aspettative della persona prima che alle necessità dell’organizzazione!

Il dono gratuito della formazione precede il servizio e lo accompagna costantemente, rendendolo sempre più qualificato. Ogni volontario di Verona Minor Hierusalem riceve per questo il “Libretto personale del volontario” fornito di Tag, che permette di avere a disposizione, in rete, nella propria area riservata, il percorso personale di formazione.

Sei un universitario?

FAQ

Domande frequenti

Video interviste